All posts by romagnolis

24 Set 2018

Con oltre 50 mila presenze si chiude l’undicesima edizione del Festival della Salute

Grande successo per l’undicesima edizione del Festival della Salute: oltre 50mila presenze per un weekend di Prevenzione, cura e benessere.

Oltre 1.000 screening gratuiti, appuntamenti per i più giovani, incontri con grandi ospiti come Pietro Bartolo, medico di Lampedusa in prima linea nell’accoglienza ai migranti, Mina Welby e Michele De Lucia, autore del libro “Sangue Infetto”, lo staminologo Michele De Luca, per un’edizione da record.

Si è conclusa l’undicesima edizione del Festival della Salute, in programma alle Terme Tettuccio di Montecatini dal 21 al 23 settembre e dedicato quest’anno a “Prevenzione, Cura e Benessere”. Un lungo weekend con oltre cento eventi tra convegni, workshop e laboratori per raccontare la salute e il benessere in tutte le loro sfaccettature.

Il Festival, organizzato da The Best Solutions Group con il sostegno della regione Toscana ha incrementato le presenze rispetto alla scorsa edizione, registrando oltre 50.000 visitatori. Un pubblico attratto, oltre che da un programma ricchissimo che tocca molteplici temi, anche dalla possibilità di effettuare oltre venti tipologie di screening gratuiti – della pelle, posturali, oculistici, audiometrici, cardiovascolari, diabetici per citarne solo alcuni – con professionisti certificati. Sono infatti 25 le Associazioni scientifiche e i partner che, durante la tre giorni, hanno fornito consulenze gratuite ai visitatori, effettuando oltre 200 screening oculistici solo nella giornata di venerdì e più di 250 screening cardiovascolari con apparecchiature all’avanguardia.

04_FDS_2018_web

Nella giornata di venerdì, oltre 3.000 ragazzi delle scuole medie inferiori e superiori, supportati dagli studenti del Liceo “Coluccio Salutati” che hanno gestito i desk e l’accoglienza, hanno invaso le Terme Tettuccio per partecipare a un vastissimo programma che ha previsto, tra le altre cose, approfondimenti sulle dipendenze, convegni e dibattiti su alimentazione e sport, ma anche solidarietà, vaccini, trapianti e lotta ai tumori.

Grande successo l’assegnazione dei premi “Comunicare la Salute”, che ha visto la partecipazione di una nutrita cornice di pubblico. Premiati quest’anno il medico di Lampedusa Pietro Bartolo e la giornalista Lidia Tilotta, per il libro “Lacrime di Sale”, Medici Senza Frontiere, Anna Mei e Michele de Luca, Edita Pucinskaite e Laura Montesano.

“Siamo molto soddisfatti e orgogliosi di aver organizzato anche quest’anno un Festival partecipato da un pubblico variegato e delle più diverse fasce d’età – ha dichiarato Giacomo Cara, amministratore delegato di The Best Solutions GroupColgo l’occasione per ringraziare la Regione Toscana e il Comune di Montecatini Terme, gli sponsor che hanno reso possibile questa manifestazione, tutto lo staff, il curatore Paolo Amabile e il nostro partner di comunicazione, l’agenzia MEC&Partners e posso dire che siamo già a lavoro per preparare al meglio l’edizione 2019”.

10_FDS_2018_web
09_FDS_2018_web
05_FDS_2018_web
07_FDS_2018_web
06_FDS_2018_web
19 Set 2018

Viverla tutta al Festival della Salute: due interventi sulla medicina narrativa

Oltre allo stand di Viverla tutta (una campagna di comunicazione e impegno sociale, promossa da Pfizer fin dal 2011) il Festival della Salute quest’anno ospiterà due interventi che tratteranno della medicina narrativa.

Il 21 di settembre alle 17:30 durante l’inaugurazione del Festival della Salute Fanny La Monica, Corporate Communications Director di Pfizer Italia, presenterà, infatti, la campagna Viverla Tutta; per saperne di più collegatevi al portale www.viverlatutta.it e alla pagina facebook https://www.facebook.com/viverlatutta/.

Sabato sarà la volta del Dott. Paolo Trenta, presidente e fondatore della associazione Osservatorio Medicina Narrativa Italia (OMNI), che approfondirà invece la storia e la funzione della medicina narrativa, e il suo futuro: dove si può utilizzare e come, questa pratica clinica applicata alla cura delle persone.

17 Set 2018

La mostra ‘Psicoattivo’ al Festival della Salute

Quest’anno, per la prima volta, la mostra ‘Psicoattivo‘ sarà ospite al Festival della Salute. L’esposizione, una vera e propria mostra multimediale per l’educazione sulle sostanze d’abuso e la prevenzione delle dipendenze, è stata ideata e progettata nel 2006 da Stefano Canali (Laboratorio Interdisciplinare per le Scienze Naturali e Umanistiche della Scuola Internazionale di Studi Superiori Avanzati – SISSA – Trieste) e arriva al Festival curata da Marcello Maria Turconi (dottore di ricerca in Neuroscienze).

La mostra, il libretto e il laboratorio Psicoattivo sono pensati per fare informazione seria sui temi dell’abuso di sostanze, scientificamente accreditata e obiettiva, senza moralismi. Gli strumenti e le attività che propongono vogliono essere un mezzo per accrescere il livello di consapevolezza delle questioni relative alle sostanze psicoattive, da quelle legali, come il tabacco e l’alcol, alle sostanze illecite. Considerata l’irriducibile diversità delle persone e quindi l’impossibilità di trovare approcci e messaggi adatti per tutti, nella prevenzione forse ciò che conta maggiormente è che i ragazzi arrivino a una comprensione più autonoma, matura e complessa dei significati che attribuiscono alle sostanze psicoattive; soprattutto che diventino capaci di immaginarne le conseguenze potenziali sulla loro vita concreta e per il loro futuro.

Per raggiungere questo obiettivo, la mostra e il laboratorio sono studiati per stimolare il diretto coinvolgimento dei ragazzi, attraverso la loro attiva partecipazione nella progettazione e nella creazione di materiali e prodotti multimediali utili alla prevenzione del consumo.

Tutti gli strumenti didattici e multimediali sono ricchi di immagini di grande pregio esemplificativo ed estetico e provengono dai maggiori istituti di ricerca neurobiologica e farmacologica a livello nazionale ed internazionale. Le immagini sono realizzate con le più avanzate tecniche di visualizzazione in vivo delle funzioni del cervello, della microscopia elettronica e della modellazione 3D delle molecole.

Il libretto-catalogo
Si compone di 58 pagine formato 15X21 cm tutto a colori con grafica accattivante, sintetico e straordinariamente illustrato. Raccoglie i testi e tutte le immagini della mostra, circa 250 tra immagini di attualità e scientifiche.

Il laboratorio
Il laboratorio è il momento formativo centrale, all’interno del quale, il dialogo, il confronto, la didattica multimediale, interattiva e improntata al fare, mediano l’apprendimento critico e la capacità di farsi portatori attivi di un sapere orientato verso stili di vita sani. Il laboratorio prevede la realizzazione di un prodotto finale.

Il progetto è stato realizzato e attuato in circa 30 città italiane, tra cui Roma, Padova, Pescara, Chieti, Lucca, Trapani, Napoli, Trieste, Forlì e la mostra Psicoattivo 2.0 è stata presentata in alcuni importanti festival della scienza come quello di Pordenone e di Genova, dove ha raccolto il pieno di presenze. In queste edizioni sono stati aggiornati alcune centinaia di docenti della scuola primaria e secondaria, educatori e e sono state formati altrettanti studenti tutor per l’educazione tra pari, i quali a loro volta hanno informato diverse migliaia di compagni.

13 Set 2018

Selenella, un tesoro di patata

Selenella è la patata 100% italiana, figlia di una storia, di una terra e di un lavoro scrupoloso, prodotta con una filiera controllata e garantita dal Consorzio Patata Italiana di Qualità. È coltura virtuosa e alimento alternativo a pasta e riso nell’ambito della Dieta Mediterranea, rispettosa dell’ambiente ed è fonte di selenio.

Selenella è un alimento ricco di qualità preziose, inimitabile e adatto a tutti, che apporta benessere e gusto all’alimentazione di tutti i giorni.

La patata non dovrebbe mai mancare in un regime alimentare sano ed equilibrato. Dal punto di vista nutrizionale è paragonabile ad altre fonti di carboidrati come la pasta o il riso ed è naturalmente priva di glutine. Una porzione da 200gr di patate è un’alternativa meno calorica a una porzione di pasta o riso (quasi il 40% in meno di calorie), perfetta da accompagnare a verdure e a fonti proteiche per un pasto nutrizionalmente completo. Ma sono i suoi microelementi che la rendono un “tesoro nutrizionale”: le patate sono infatti ricche di Potassio, Vitamina C e Vitamina B6, Fosforo e Magnesio. Selenella inoltre è un’eccellente risorsa benefica per l’organismo: il Selenio è un antiossidante naturale che aiuta a proteggere le cellule dallo stress ossidativo e contribuisce al normale funzionamento del sistema immunitario.

Italianità, genuinità, rispetto per l’ambiente e per la salute umana: sono questi i valori che da sempre contraddistinguono il marchio Selenella, che coltiva le proprie patate principalmente nel territorio bolognese secondo i metodi della produzione integrata, con tecniche che limitano al minimo l’utilizzo di prodotti chimici quali fertilizzanti e antiparassitari, e con la garanzia del Consorzio Patata Italiana di Qualità durante tutto il processo produttivo.

In cucina Selenella è una patata dai molteplici utilizzi, idonea per preparazioni al forno o per purè, lessata o fritta, oppure ideale nella preparazione degli gnocchi. La gamma Selenella, che comprende la Classica, le Mini, la Montanara e le Chips, è reperibile presso la Grande Distribuzione Organizzata e nei migliori negozi di ortofrutta.

www.selenella.it

12 Set 2018

La Medicina Narrativa

La società di oggi è spesso abituata a trattare la malattia in modo prevalentemente oggettivo, come un insieme di sintomi, cause e rimedi, delineati e approfonditi attraverso la voce degli esperti: medici e specialisti. Più raramente è, invece, disposta a dare spazio al racconto dell’esperienza personale di chi ne è coinvolto direttamente, ovvero il paziente oppure colui che lo assiste (il caregiver).

Una storia fatta di sensazioni, emozioni, dettagli, che riserva grandi potenzialità e un’incredibile opportunità: la possibilità di trasformare un evento negativo come quello della malattia, portatore di dolore e sofferenza, emarginazione e solitudine, in un vissuto costruttivo e condiviso, fatto di saperi e comportamenti fondati sull’esperienza diretta, utile e prezioso, per sé e per gli altri.

Le storie di malattia contengono, infatti, una serie di elementi relativi alla percezione della malattia stessa, alla sua interpretazione e al modo di affrontarla, estremamente soggettivi e variabili da paziente a paziente. Informazioni che, se correttamente raccolte, interpretate e analizzate dal medico o dall’operatore sanitario, attraverso le tecniche e metodologie della Medicina Narrativa, possono contribuire a migliorare i percorsi di diagnosi, assistenza e cura, affermando l’importanza, per la medicina, di prendersi cura del malato e non solo della malattia.

www.viverlatutta.it

12 Set 2018

Tre ospedali GVM Care & Research in Toscana, una sinergia unica

GVM Care & Research è il Gruppo ospedaliero italiano che opera nei settori della sanità, della ricerca, dell’industria biomedicale e delle cure termali, con obiettivi di assistenza specialistica, prevenzione medica e promozione del benessere e della qualità della vita. Cuore di GVM Care & Research è la rete integrata di 25 Ospedali, molti dei quali di Alta Specialità, e 6 Poliambulatori, presenti in 9 regioni italiane: Piemonte, Lombardia, Liguria, Emilia Romagna, Toscana, Lazio, Puglia, Campania e Sicilia. La sede di GVM Care & Research è a Lugo (Ravenna). L’esperienza e le competenze sviluppate negli anni hanno posizionato GVM Care & Research come polo d’eccellenza nel panorama sanitario italiano soprattutto per Cardiologia, Cardiochirurgia, Elettrofisiologia, Ortopedia, Neurochirurgia, Aritmologia e trattamento del Piede Diabetico.

 

Tre ospedali GVM Care & Research in Toscana, una sinergia unica

Maria Beatrice Hospital, Maria Teresa Hospital e Santa Rita Hospital sono i tre ospedali di GVM Care & Research, gruppo italiano ospedaliero, che creano nel territorio toscano un polo integrato per ogni esigenza di salute. Ciascuna delle tre strutture rappresenta un punto di riferimento per i percorsi di prevenzione, diagnosi e cura, in particolare per le seguenti specialità: Cardiologia, Ortopedia e Traumatologia, Chirurgia Generale e Plastico-Ricostruttiva, Chirurgia Vascolare, Angiologia e Oftalmologia, Medicina interna.

I servizi di Diagnostica per immagini comprendono TC, Ecografia, Ecolordoppler, Radiologia Tradizionale e Ortopantomografia.

Santa Rita Hospital e Maria Teresa Hospital sono accreditati con SSN mentre tutte e tre le strutture sono convenzionate con Fondi Sanitari integrativi, Assicurazioni Sanitarie, Enti e Casse Mutua.

 

Santa Rita Hospital: un ospedale rinnovato per rispondere sempre meglio alle tue esigenze di salute

Santa Rita Hospital è l’ospedale Polispecialistico accreditato con il Sistema Sanitario Nazionale che fa parte di GVM Care & Research. Recentemente ristrutturato, Santa Rita Hospital offre ai propri pazienti eccellenza clinica interdisciplinare, tecnologie all’avanguardia e comfort dedicato alle diverse esigenze personali.

Specialità mediche: Chirurgia Generale, Chirurgia plastica e ricostruttiva, Chirurgia vascolare, Ortopedia e Traumatologia.

Diagnostica per immagini: TC, Ecografia, Radiologia Tradizionale e Ortopantomografia.

10 Set 2018

Quest’anno per la prima volta, Viverla Tutta è ospite del Festival della Salute.

Viverla tutta è una campagna di comunicazione e impegno sociale, promossa da Pfizer fin dal 2011, con il coinvolgimento della comunità scientifica e delle istituzioni, che si propone di dare voce alle storie di malattia e ai loro protagonisti, per riconoscere il valore di queste testimonianze di vita, sia sotto il profilo sociale, sia sotto il profilo terapeutico, grazie all’ausilio della medicina narrativa.

Il portale è un punto di incontro stabile nel web, una piattaforma virtuale e interattiva per la narrazione di sé e dell’esperienza della malattia. Gli utenti sono invitati a raccontarsi, condividendo con gli altri la propria storia e trasformando così la malattia da evento negativo a vissuto costruttivo e condiviso. Le testimonianze sono pubblicate e consultabili nella sezione “storie”, perché possano diventare un dono di competenza, ricco di significato e di valore anche per gli altri, incentivando così il dialogo con altri pazienti o caregiver.

Dallo scorso anno al sito si è aggiunta una pagina Facebook dedicata a Viverla Tutta, che ospita oggi oltre 24 mila fan.

Il portale www.viverlatutta.it e la pagina Facebook https://www.facebook.com/viverlatutta/

04 Giu 2018

L’EDIZIONE 2018: VI ASPETTIAMO!

La squadra del Festival della Salute di Montecatini è al lavoro per la prossima edizione: l’undicesima. Dal 21 al 23 settembre 2018, nella splendida cornice delle Terme Tettuccio e delle Terme Excelsior di Montecatini: un programma ricchissimo di convegni, workshop, eventi, incontri.
Al centro: Prevenzione, Cura, Benessere, Sport e Divertimento per tutti.

28 Mag 2018

AL CENTRO DEL FESTIVAL

Al centro del Festival, una visione partecipata, attiva e concreta della Salute e del Benessere. Da sempre, programmi ed eventi di screening e prevenzione gratuiti sono condivisi da associazioni ed esperti con il pubblico dei partecipanti al Festival, per le più varie fasce di età.

05 Apr 2018

Alimentazione

Alimentazione

Mangiare in modo sano promuove il benessere, migliora la qualità della vita e può persino allungarla: un focus sulla salute dal punto di vista della cucina.
05 Apr 2018

Sport

Sport

Il corpo umano ha bisogno di allenarsi e muoversi con regolarità: l'attività fisica contribuisce a migliorare tutti gli aspetti della qualità della vita.
05 Apr 2018

Dipendenze

Dipendenze

Alcol, fumo, cannabis, gioco: quali i pericoli e quali le possibile soluzioni delle dipendenze nei giovani e meno giovani.
05 Apr 2018

Ricerca lab

Ricerca lab

Precisione, rapidità, innovazione e tecnologia: i laboratori scientifici sono un asset fondamentale per il benessere di oggi e di domani.
05 Ott 2017

DIECI ANNI DI SUCCESSI

L’edizione 2017 è stata animata e vissuta dall’energia e dall’entusiasmo di oltre 50.000 partecipanti, decine e decine di associazioni, migliaia di studenti e atleti delle più varie discipline sportive. Insieme a loro: speaker, istituzioni ed esperti al confronto con il più ampio pubblico.

Guarda alcune delle immagini più belle cliccando qui.

25 Set 2017

Una cornice unica

Il Festival della Salute è un’opportunità unica per ‘farsi del bene’ in una cornice capace di stupire e conquistare, fatta di magnifici palazzi in stile liberty o neogotico, con al centro l’amplissimo parco termale: 10.000 mq di verde, ristoro, bellezza e benessere a disposizione del pubblico del Festival.

Le acque del benessere di Montecatini vedono 700 anni di storia: sono citate fin dal 1417 nel ‘De Balneis’ di Ugolino da Montecatini. Fino ad avere conquistato, nei tempi più recenti, il centro della scena del premiatissimo La Pazza Gioia, di Paolo Virzi.