12 Set 2018

La Medicina Narrativa

La società di oggi è spesso abituata a trattare la malattia in modo prevalentemente oggettivo, come un insieme di sintomi, cause e rimedi, delineati e approfonditi attraverso la voce degli esperti: medici e specialisti. Più raramente è, invece, disposta a dare spazio al racconto dell’esperienza personale di chi ne è coinvolto direttamente, ovvero il paziente oppure colui che lo assiste (il caregiver).

Una storia fatta di sensazioni, emozioni, dettagli, che riserva grandi potenzialità e un’incredibile opportunità: la possibilità di trasformare un evento negativo come quello della malattia, portatore di dolore e sofferenza, emarginazione e solitudine, in un vissuto costruttivo e condiviso, fatto di saperi e comportamenti fondati sull’esperienza diretta, utile e prezioso, per sé e per gli altri.

Le storie di malattia contengono, infatti, una serie di elementi relativi alla percezione della malattia stessa, alla sua interpretazione e al modo di affrontarla, estremamente soggettivi e variabili da paziente a paziente. Informazioni che, se correttamente raccolte, interpretate e analizzate dal medico o dall’operatore sanitario, attraverso le tecniche e metodologie della Medicina Narrativa, possono contribuire a migliorare i percorsi di diagnosi, assistenza e cura, affermando l’importanza, per la medicina, di prendersi cura del malato e non solo della malattia.

www.viverlatutta.it