17 Set 2018

La mostra ‘Psicoattivo’ al Festival della Salute

Quest’anno, per la prima volta, la mostra ‘Psicoattivo‘ sarà ospite al Festival della Salute. L’esposizione, una vera e propria mostra multimediale per l’educazione sulle sostanze d’abuso e la prevenzione delle dipendenze, è stata ideata e progettata nel 2006 da Stefano Canali (Laboratorio Interdisciplinare per le Scienze Naturali e Umanistiche della Scuola Internazionale di Studi Superiori Avanzati – SISSA – Trieste) e arriva al Festival curata da Marcello Maria Turconi (dottore di ricerca in Neuroscienze).

La mostra, il libretto e il laboratorio Psicoattivo sono pensati per fare informazione seria sui temi dell’abuso di sostanze, scientificamente accreditata e obiettiva, senza moralismi. Gli strumenti e le attività che propongono vogliono essere un mezzo per accrescere il livello di consapevolezza delle questioni relative alle sostanze psicoattive, da quelle legali, come il tabacco e l’alcol, alle sostanze illecite. Considerata l’irriducibile diversità delle persone e quindi l’impossibilità di trovare approcci e messaggi adatti per tutti, nella prevenzione forse ciò che conta maggiormente è che i ragazzi arrivino a una comprensione più autonoma, matura e complessa dei significati che attribuiscono alle sostanze psicoattive; soprattutto che diventino capaci di immaginarne le conseguenze potenziali sulla loro vita concreta e per il loro futuro.

Per raggiungere questo obiettivo, la mostra e il laboratorio sono studiati per stimolare il diretto coinvolgimento dei ragazzi, attraverso la loro attiva partecipazione nella progettazione e nella creazione di materiali e prodotti multimediali utili alla prevenzione del consumo.

Tutti gli strumenti didattici e multimediali sono ricchi di immagini di grande pregio esemplificativo ed estetico e provengono dai maggiori istituti di ricerca neurobiologica e farmacologica a livello nazionale ed internazionale. Le immagini sono realizzate con le più avanzate tecniche di visualizzazione in vivo delle funzioni del cervello, della microscopia elettronica e della modellazione 3D delle molecole.

Il libretto-catalogo
Si compone di 58 pagine formato 15X21 cm tutto a colori con grafica accattivante, sintetico e straordinariamente illustrato. Raccoglie i testi e tutte le immagini della mostra, circa 250 tra immagini di attualità e scientifiche.

Il laboratorio
Il laboratorio è il momento formativo centrale, all’interno del quale, il dialogo, il confronto, la didattica multimediale, interattiva e improntata al fare, mediano l’apprendimento critico e la capacità di farsi portatori attivi di un sapere orientato verso stili di vita sani. Il laboratorio prevede la realizzazione di un prodotto finale.

Il progetto è stato realizzato e attuato in circa 30 città italiane, tra cui Roma, Padova, Pescara, Chieti, Lucca, Trapani, Napoli, Trieste, Forlì e la mostra Psicoattivo 2.0 è stata presentata in alcuni importanti festival della scienza come quello di Pordenone e di Genova, dove ha raccolto il pieno di presenze. In queste edizioni sono stati aggiornati alcune centinaia di docenti della scuola primaria e secondaria, educatori e e sono state formati altrettanti studenti tutor per l’educazione tra pari, i quali a loro volta hanno informato diverse migliaia di compagni.